lunedì 11 agosto 2014

Una vacanza con il cane.

Questa volta Bella verrà con noi, andiamo in Alto Adige, e con i prati verdi e immensi che ci sono, non potevamo lasciarla in pensione!
Mia mamma continua a vederla come un impegno, pensare ai luoghi dove può andare, meglio cabinovie che seggiovie, al ristorante sempre sotto il tavolo sperando che non combini qualcosa, o nella camera d'albergo sperare che non sporchi o abbai...! E poi il bagagliaio...è grande, ma la metà lo occupa lei e quindi bisogna tenere qualche borsa in macchina che occupa spazio, e si sta meno comodi... E poi bisogna anche portare la borsa per lei con ciotole, cibo, tappetino, cuccia, guinzaglio, accessori per un veloce lavaggio...

- Ma chi ve lo ha fatto fare!!!?- 

Bella è dolcissima e si merita tutte queste attenzioni, abbiamo anche perso un po' di tempo in più per trovare un albergo, economicamente accessibile, che ospitasse con piacere gli animali e che non ci facesse sentire un po' sgraditi ospiti. Ce ne sono molti di alberghi, anche con le SPA per animali, ma ovviamente alcuni alberghi ne approfittano e addebitano delle cifre giornaliere per il calpestio delle quattro zampe!
Comunque la vacanza è stata organizzata e ancora una volta in 5 ci siamo mossi per il lungo viaggio calcolato, con le pause necessarie anche per il cane, di circa 7 ore!...
Arrivati in un giorno di pioggia trova subito il suo posticino preferito!
                                                                 Sul prato di Corvara.

Attenzione papere!
Ha deciso di rinfrescarsi.
 
Sulla ovovia al PIZ BOE'.



Dopo le gite...
Sui prati dell'Alta Badia.


E' stata bravissima! Ci aspettavamo che al mattino ci svegliasse con leccate o zampate, ma niente, aspettava in silenzio che io andassi da lei e con una coccola le facessi capire che ero disponibile. Ovviamente le dormite fino a tardi sono vietate, al massimo alle 8 sveglia per i suoi bisogni, bisogna scendere e sperare che sia veloce, intanto poi farà la turista con noi per tutto il giorno.
Unico posto dove non ci siamo sentiti di portarla?...in seggiovia e forse ne immaginate il motivo!

E mia mamma? Forse non prenderà mai un cane suo, ma vi posso assicurare che ha elargito a Bella una valanga di coccole sempre ricambiate, e l'esperienza positiva dell'anno precedente a Santo Stefano si è felicemente riconfermata!
Posta un commento