martedì 29 aprile 2014

Pigrizia.

 Quante volte avremmo voluto stare in casa sulla nostra amata e morbida poltrona, o sdraiati sul divano a guardare un bel film o per ascoltare musica o giocare con i videogiochi, ma...il cane più di una volta arriva, ti guarda, ti fissa, ti da la zampa, ti lecca, a volte guaisce o abbaia, si muove e ti guarda, si gira e ti riguarda con un rito che si ripete chiaro ed eloquente...
VOGLIO USCIRE A FARE LA PIPI' e...
Bella con molta discrezione, per essere un cane, lo fa capire con estrema tranquillità, uno sguardo talmente languido e dolce che se non rischiassi di vedere il laghetto sul tappeto persiano quasi me lo gusterei per un po'! scherzo! non allarmatevi, sapete che tutto il blog è affrontato con un pizzico di ironia per non spaventare quelli che come me, due anni fa, non sapevano assolutamente nulla di cani!

E' necessario portarli fuori, con pioggia, neve o vento, sarete facilitati se avete uno spazio libero difronte a casa, ma ricordatevi poi di asciugarli o pulirli un po' se tornano bagnati o infangati! La mia ormai ha conosciuto il piacere del phon e non se lo fa mai mancare.
CON UN CANE NON SI PUO' ESSERE PIGRI
E poi nei fine settimana progetti una gita e, con la educativa motivazione di portare in giro il cane, riesci a convincere anche il figlio adolescente a venire con te!
Insomma ti spinge a camminare, esplorare posti nuovi, stare all'aria aperta, respirare aria buona o a muovere finalmente i tuoi pigri arti. 
Se poi sei uno sportivo, per alcune razze è ancora meglio! Si vedono cani correre con il padrone, arrampicarsi su sentieri scoscesi o seguirli mentre vanno in bici...



...se poi il cane è come te ed ama stare sul tappeto o la brandina e dorme tutto il giorno, magari anche solo perchè è vecchio, allora le uscite saranno brevi e mirate!
Posta un commento